Elezioni Regionali e Referendum costituzionale Election Day

il 20 e 21 settembre si terrà il Referendum costituzionale confermativo relativo alla riduzione dei parlamentari e l’elezione del Presidente della Giunta Regionale e del Consiglio Regionale.

Si vota domenica 20 settembre dalle ore 7.00 alle ore 23.00 e lunedì 21 settembre dalle 7.00 alle 15.00.

Per tulle le informazioni:

Referendum costituzionale

Elezione del Presidente della Giunta Regionale e del Consiglio Regionale

IL VOTO A DOMICILIO

E' consentito il voto presso l'abitazione per gli elettori affetti da gravissime infermità, tali che l'allontanamento dall'abitazione è impossibile, nei seguenti casi:

  • Per gli elettori affetti da gravi infermità, che si trovino in condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali, tali da impedirne l'allontanamento dall'abitazione;
  • Per coloro che non possono spostarsi dall’abitazione anche con il servizio di trasporto organizzato dal comune;

Per avvalersi del diritto di voto a domicilio, gli elettori devono far pervenire al Sindaco, tra il quarantesimo ed il ventesimo giorno antecedente la data di votazione:

  • un certificato rilasciato dal medico designato dalla ASL, in data non anteriore al quarantacinquesimo giorno antecedente la data della votazione (6 agosto);
  • una dichiarazione di volere esprimere il voto presso l'abitazione in cui dimorano.

Per ulteriori informazioni rivolgersi all’ufficio elettorale del Comune 0499319534  0499319530

IL VOTO ASSISTITO

gli elettori che non possono esprimere autonomamente il voto possono esercitare tale diritto con l'assistenza di un elettore della propria famiglia o di altro elettore liberamente scelto, purchè iscritti nelle liste elettorali in un qualsiasi Comune italiano. L'impedimento fisico, deve essere riconducibile alla capacità visiva dell'elettore oppure al movimento degli arti superiori, essendo escluse le infermità che influiscono sulla sfera psichica dell'elettore, rientrano in tale categoria:

  • i ciechi;
  • gli amputati delle mani;
  • gli affetti da paralisi o altro impedimento di analoga gravità.

Se l’impedimento non è evidente oppure se l’elettore ritenga utile avere una certificazione in tal senso (si considerano validi i libretti del Ministero per i non vedenti ed anche i certificati di invalidità) possono eventualmente chiedere al competente medico della ASL una certificazione che ammette al voto. L’elenco di tali medici, le sedi e gli orari di ricevimento verranno resi noti appena comunicati dalla competente ASL.

Coloro che desiderano avere una annotazione in tal senso sulla tessera elettorale valida per sempre possono rivolgersi all’Ufficio Elettorale Comunale con la dovuta documentazione ed una apposita domanda per chiedere l’apposizione del timbro “AVD”.